BNK209 - Associazione Nazionale Tutela Interessi Clienti Sistema Bancario

Associazione Nazionale a Tutela degli Interessi dei Clienti del sistema bancario
Sei in:  Centrale Rischi  ›  Info

Le CR Private

La Centrale Rischi Private

Le Centrali Rischi private sono organizzazioni giuridiche (S.r.l.; S.p.a.;), che, spesso, a nostra insaputa, trattano i nostri dati personali, delle volte anche sensibili Legge 196/03 (T.U.P. Privacy).

Ma esattamente come funziona questo “MECCANISMO” delle volte anche perverso?
E’ semplicissimo invece!
Quando Noi ci rechiamo presso un istituto di Credito, per l’apertura di un nuovo rapporto finanziario (Conto Corrente, Affidamenti, Finanziamenti, Leasing, Factoring, etc;etc;) lo stesso Istituto ci presente il foglio informativo riferito alla Legge sulla Privacy, con il quale la banca ci richiede il nostro Consenso al trattamento e conferimento dei nostri dati personali e/o giuridici.

Qualora da parte nostra ci fosse un rifiuto alla sottoscrizione di detto documento o un diniego al consenso del trattamento dei nostri dati la banca non ci attiverà i servizi richiesti o non avanzerà alcuna richiesta di istruttoria……!!!!!!!!
Nel momento che noi prestiamo il consenso alla banca, la stessa trasmette i nostri dati a queste Centrali Rischi Private, le quali annotano su dei loro archivi elettronici chiamati DATABASE, tutto quello che accadrà tra Noi e quell’Istituto di Credito segnalante.

Pertanto saremo inizialmente segnalati come inizio rapporto o inizio istruttoria (Richiesta), che successivamente si trasformerà o in un buon fine con successiva ed eventuale erogazione del prodotto finanziario (Accettazione) o in un rigetto/declino (Rifiuto).
Quindi in base a quanto stabilito dal Garante della Privacy con l'emanazione del Codice Deontologico e la successiva Tabella di Conservazione dei Dati Personali, il nostro nominativo o quello della nostra società rimarrà presente, nel DATABASE della Centrali Rischi Private per un periodo che va da 1 mese a 36 mesi a seconda del tipo di segnalazione.

Precisiamo che i dati comunque, rimangono presenti per tutta la durata del mutuo, prestito, finanziamento, leasing, ecc, che la banca e/o società finanziaria ha deliberato favorevolmente.

Questo significa che se nel tempo il nostro rapporto con quell’Istituto di credito non dovesse volgere per un lieto fine, lo stesso ci segnalerà a queste Centrali Rischi Private con indice di cattivo pagatore, per loro a sofferenza, determinando così l’impossibilità futura da parte nostra di accedere ad altre operazioni finanziarie su Istituti di Credito collegati al circuito di quelle Centrali Rischi private.
Ma ancor più grave, che queste Banche Dati, vengono gestite, con giacenza media di permanenza dei nostri dati, superiori a quelli consentiti per Legge 196/03 cioè oltre i 3 anni.
Dovremmo così ammettere, che, se sfortunatamente, vi fossero delle insolvenze da parte nostra, queste rimarrebbero per un tempo lunghissimo in queste Banche Dati, pregiudicando in maniera irreversibile la nostra immagine nel mercato finanziario e del ricorso al credito.
Dobbiamo anche far osservare, che se ci prodigassimo a pagare, come del resto esortiamo fare, quanto dovuto all’istituto di credito, non andremmo a togliere questa chiave negativa ma, si leggerà comunque che pagato tutto ma, con ritardo!!!!!!!
Ma come fare per scoprire quanto da Noi sopra enunciato?

Potete accedere alle Centrali Rischi Private attraverso l'invio di un modulo prestampato edito dal Garante sulla Privacy.

Troverete tutte le indicazioni nell' Area Privacy sezione Accessi.
Noi come Associazione abbiamo avviato una procedura, sempre in relazione alla Privacy, con cui andiamo a stanare in maniera definitiva queste società ed a richiede, attraverso regolare accesso, sia l’esistenza dei vostri dati che la cancellazione degli stessi.

Questa tipologia di procedura denominata Safety Privacy (Sicurezza nella Privacy), ci consente di sapere, innanzitutto dove siamo presenti e come siamo presenti.

Safety Privacy la trovi nell' Area Servizi ai Soci sezione Safety Privacy.

 Poi di avviare anche un procedimento di cancellazione avvalendoci anche di ricorsi nelle Sedi dei Tribunali Italiani.
Contattateci, non lasciate nulla al caso, un difesa sana del consumatore inizia anche da questo!
 



ATTENZIONE
Firma la Petizione Popolare per
L'Abolizione Riforma delle Centrali Rischi
Vai al sito www.nocr.it