BNK209 - Associazione Nazionale Tutela Interessi Clienti Sistema Bancario

Associazione Nazionale a Tutela degli Interessi dei Clienti del sistema bancario
Sei in:  Glossario

Glossario

Ad ogni parola il suo significato

A REVOCA O CANCELLAZIONE

Tipo di contratto di compravendita di titoli, attraverso un intermediario, che perde validità al momento della sua esecuzione o dell'annullamento da parte del cliente.


A VISTA - AT SIGHT

Un titolo, ASSEGNO, è pagabile at sight se è sufficiente la sua presentazione al debitore per poter ricevere il denaro oggetto della prestazione.


AAA - TRIPLA AA

Giudizio massimo o rating assegnato alle obbligazioni, generalmente emesse da enti pubblici, per premiare la miglior qualità di credito. Lo stesso criterio è utilizzato per valutare il grado di rischio di un Paese o un'attività finanziaria.


ABI

E' una associazionea cui aderiscono quasi tutte le società finanziarie italiane.Fondata nel 1919 è stata ricostituita nel 1945.L'ABI ha come compito precipuo la tutela degli interessi degli associati (tutte le maggiori banche italiane) oltre  a promuovere a favorire gli accordi interbancari. L'ABi inoltre , nel principio di trasparenza bancaria,  stabilisce il Prime Rate, obbligando altresì le banche  a rendere palese  il loro top rate.


ACCOLLO

E' un contratto tra il debitore (accollato) e un terzo (accollante), con il quale quest'ultimo assume a suo carico l'obbligo del debitore di pagare al creditore (accollatario). Così nella vendita di un immobile gravato da ipoteca a garanzia di un mutuo bancario, l'acquirente invece di pagare una parte del prezzo al venditore si assume l'obbligo di pagare in luogo di quest'ultimo alla Banca la rata di mutuo non ancora scaduta. In genere le Banche adottano il cosidetto "accollo cumulativo" secondo cui il debitore originario resta comunque obbligato con l'acquirente.


Aggiotaggio

Reato per divulgazione di notizie false, esagerate o tendenziose, ovvero per l’utilizzazione di altri artifizi idonei ad alterare il regolare andamento delle quotazioni di borsa.


AL PORTATORE

Dicesi di un titolo che garantisce la piena titolarità a chi lo possiede.


AMMORTAMENTO

Procedimento di estinzione graduale di un prestito mediante il rimborso periodico di una rata comprendente una quota di capitale e una quota in conto interessi secondo un piano, detto appunto ammortamento.


Anatocismo

E' il diritto di percepire l'interesse su altri interessi già scaduti.Ad esempio calcolare gli interessi negativi trimestrali, sul totale dell'esposizione di un conto corrente bancario dove vi siano già presenti interessi provenienti dall'ultimo trimestre. L'Anatocismo, è vietato.

Esso tuttavia è ammesso e viene praticato dal sistema bancario.


ANNOTAZIONE IPOTECARIA

E' l'atto che rende pubblico il trasferimento dell'ipoteca a favore di altra persona (es. per cessione del credito, per surrogazione, ecc.).


Antitrust

Organismi e regole che tutelano lo sviluppo della libera concorrenza


ASSEGNO

Ordine di pagamento impartito a una banca da un soggetto che si impegna a mettere a disposizione della banca stessa i fondi necessari, a beneficio di se stesso o di un terzo soggetto.


Asta immobiliare

Procedura di vendita al pubblico di beni immobili effettuata dal Tribunale di competenza o da delegato (Notaio). La vendita dei beni immobili viene effettuata su un importo denominato base di asta equivalente alla Perizia Giurata precedentemente effettuata da un CTU, perito del Tribunale. Il Tribunale alla base di asta prevede un rialzo minimo per ogni richiesta effettuata dal pubblico, fino all'aggiudicazione del bene, che deve essere di una somma data dalla bese di asta fino all'ultimo rialzo.
Per poter partecipare all'Asta, bisogna versare un importo (Assegno circolare)che rappresenta una percentuale, di solito 30% del valore di asta, entro un orario prestabilito nel giorno che precede la data della stessa.
All'Asta non può partecipare l'esecutato. In caso di asta deserta (senza presenze di interessamento all'acquisto del bene e/o beni), l'importo stabilito della vendita avrà una riduzione pari ad 1/5 che verrà applicata nell'asta successiva.
Nell'eventualità che il bene o i beni vengano assegnati e quindi l'asta ha la sua efficacia, la stessa può essere bloccata e quindi rinviata, attraverso il versamento di un 1/6 del valore di vendita del bene, entro 10 giorni dalla data di aggiudicazione.
L'Asta può essere comunque sospesa, prima del sua data di fissazione, attraverso un piano di pagamento, presentato dell'esecutato ed accettato dal creditore e dal Giudice delle Esecuzioni.


Asta mobiliare

Procedura di vendita dei beni pignorati effettuata al pubblico tramite l'IVG (Istituto delle Vendite Giudiziarie).


ATM (Automated teller machine)

Apparecchiatura automatica per l'effettuazione da parte della clientela di operazioni bancarie quali prelievo di contante, versamento di contante o assegni, richiesta di informazioni sul conto, bonifici e pagamenti di utenze. Il cliente attiva il terminale mediante l'introduzione di una carta e la digitazione di un codice personale di identificazione.


Azione al portatore

Si tratta di un titolo a legittimazione reale e non è, pertanto, intestato ad alcuna persona, fisica o giuridica.  Il trasferimento avviene con la consegna del titolo e il possesso legittima l'esercizio dei relativi diritti. Sono al portatore le azioni di risparmio e le azioni delle SICAV


Azione Ciclica


Azione di Compendio

Azione che il portatore di obbligazioni convertibili riceve al momento della conversione. Sono dette azioni di compendio anche le azioni spettanti ai soci delle società che si fondono, dando vita ad una nuova società (fusione in senso stretto), o che vengono incorporate in una società preesistente (fusione per incorporazione)


Azione quotata

Azione di società ammesse alle negoziazioni in Borsa e quindi negoziate su un Mercato mobiliare regolamentato. Secondo il regolamento di Borsa, sono ammesse a quotazione le azioni emesse da società ed enti nazionali ed esteri che posseggano determinati requisiti: libera trasferibilità, idoneità ad essere oggetto di liquidazione di Borsa, sufficiente diffusione.


Azioni

Sono documenti che rappresentano l'unità di misura della partecipazione del socio alla società. Le azioni emesse da una società hanno tutte il medesimo valore nominale; si suddividono in tre categorie: azioni ordinarie, azioni privilegiate e azioni risparmio


Azioni di risparmio

Le principali caratteristiche sono quelle di essere al portatore, di rendere un dividendo leggermente superiore di quelle ordinarie. Di solito, non danno il diritto di voto


Azioni ordinarie

Le azioni ordinarie danno ai loro proprietari il diritto di partecipare intervenire e votare alle assemblee ordinarie e straordinarie della società e il diritto di ricevere un utile distribuito dalla società detto dividendo


Azioni privilegiate

Sono le azioni di capitale che danno diritto alla distribuzione di un dividendo, o a un rimborso in caso di liquidazione della società, prima che vengano distribuiti utili alle azioni ordinarie. Di solito, non danno il diritto di votare nelle assemblee ordinarie dei soci ma solo in quelle straordinarie


Banca d'Italia

Banca centrale italiana nata come società per azioni nel 1983 dalla fusione tra la Banca nazionale del Regno d'Italia, la Banca nazionale toscana e la Banca toscana di credito.
Dal 1926 è l'unico istituto di emissione di carta monetaria e nel 1983 si è trasformata in istituto di diritto pubblico.


Bancomat

Sistema interbancario di sportelli automatici (ATM), diffuso a livello nazionale, che consente ai portatori della carta Bancomat (carta di debito) di prelevare contante presso qualsivoglia sportello automatico installato dalle banche aderenti al sistema (vedi: PagoBancomat).


BCE

Banca Centrale Europea; si riunisce periodicamente per analizzare la situazione delle economie degli stati europei (prodotto interno lordo, inflazione, tasso di disoccupazione, ...) e decidere di aumentare o diminuire il tasso ufficiale di sconto. Organo di controllo e tutela monetaria della UE con l'entrata in vigore della moneta unica: Euro.


Benchmark

E' un parametro di riferimento che può essere preso come pietra di paragone per altre grandezze o situazioni, in campo finanziario ma non solo. In particolare i fondi comuni di investimento adottano come benchmark degli indici che rappresentano l'andamento o di un paniere di titoli (es. Comit Globale) o di un paniere di fondi (nel caso degli indici Fideuram) o la variazione dei prezzi al consumo (inflazione)


BENEFICIARIO

In un'operazione di pagamento è il destinatario finale della somma di denaro trasferita.


BI-COMP (Banca d'Italia-Compensazione)

Nuovo sistema di compensazione risultante dagli interventi di riforma conseguenti all'introduzione del sistema di regolamento lordo dei pagamenti interbancari


BI-REL (Banca d'Italia-Regolamento lordo)

Sistema di regolamento diretto nei conti delle banche presso la Banca d'Italia che verrà avviato nel giugno del 1997.
BI-REL costituirà il segmento italiano del sistema europeo TARGET.


Bilancio

Documento contabile redatto annualmente dagli amministratori che riporta tutte le attività e le passività relative all'impresa, rappresenta la consistenza patrimoniale della società al termine di ogni esercizio e indica i relativi utili e perdite.


Bilancio Consolidato

Bilancio in cui vengono indicate attività, passività e mezzi propri della società capogruppo, che lo redige, e delle società da essa controllate


Blocchi

Termine usato per indicare operazioni borsistiche che implicano il trasferimento di grossi lotti di titoli, tra compratori e venditori istituzionali


Blue chips

Nome attribuito alle società ad alta capitalizzazione, che dimostrano un buon andamento degli utili e prezzi stabili. Nel mercato italiano si definiscono Blue Chips i 30 titoli (Titoli guida) che fanno parte del paniere dell’indice mib30


Bollinger bands

Le bande Bollinger (dal nome dell'analista) evidenziano in un grafico la fascia di prezzo massima e minima in un certo periodo; solitamente quando un titolo oltrepassa la fascia massima l'andamento è rialzista, quando è al di sotto l'andamento è ribassista


Bond

Obbligazione (titolo di credito), che ha un rendimento predeterminato e il rimborso del capitale alla scadenza


BRAND

Nomi o segni distintivi attraverso i quali un'impresa contraddistingue il proprio prodotto da altri dello stesso genere. Letteralmente l'espressione significa "marca" o "marchio di fabbrica".


BREAK EVEN POINT

Livello di vendite al quale i ricavi pareggiano esattamente i costi.


BREVE TERMINE

Orizzonte temporale limitato e comunque variabile a secondo della tipologia d'investimento cui è riferito. In genere non è superiore ad un anno.


BUONA FEDE

Consiste nell'ignoranza di ledere un diritto altrui. In generale, la buona fede si identifica con la convinzione di aver acquistato un diritto sulla cosa per mezzo di un titolo che si ritiene idoneo, ma non lo è.


CAMBIALE TRATTA

Titolo di credito all'ordine con cui un soggetto (traente) ordina incondizionatamente a un altro soggetto (trattario) di pagare una certa somma a un terzo (beneficiario) a vista a una determinata data futura.


CANCELLAZIONE D'IPOTECA

Operazione che consente l'eliminazione di un'iscrizione ipotecaria e dei relativi effetti dai registri immobiliari. Viene di norma ordinata con atto notarile al Direttore dell'Ufficio del Territorio solo successivamente alla raccolta dell'assenso alla cancellazione della Banca creditrice a favore della quale era l'iscrizione ipotecaria.


CANONE DI LOCAZIONE

Prestazione dovuta dal conduttore come corrispettivo del godimento della cosa locata.


CAPARRA

Clausola inserita in un contratto per rafforzare il vincolo contrattuale. Se una delle parti si rende inadempiente agli obblighi assunti, questa è tenuta a pagare la somma stabilita. La caparra può essere confirmatoria o penitenziale. La confirmatoria consiste nel consegnare all'altra parte una somma di denaro a conferma del vincolo assunto e a titolo di acconto sul prezzo dovuto; se invece inadempiente è la parte che ha ricevuto la caparra, l'altra parte può recedere dal contratto e pretendere il doppio di quanto aveva dato. Diversa è la funzione della "caparra penitenziale" che costituisce il corrispettivo del diritto di recedere convenzionalmente dal contratto: chi recede perde la caparra data o deve restituire il doppio di quello che ha ricevuto.


CAPITALE

Insieme dei beni economici a disposizione di diritto e di fatto del soggetto aziendale. In finanza, è costituito dal denaro e dai crediti di cui dispone una società per fronteggiare il rischio derivante dall'esercizio dell'attività.


CAPITALE AZIONARIO

Il capitale sociale rappresentato dalle azioni.


CAPITALE CIRCOLANTE

E' dato da: liquidità immediate, disponibilità a vista, liquidità differite, disponibilità non liquide (scorte). Rappresenta il volume dei fondi disponibili per finanziare la rotazione corrente dei fattori produttivi.


CAPITALE DI RISCHIO

Mezzi impiegati al momento dell'istituzione di una società e successivamente attraverso l'attività di autofinanziamento.


CAPITALE NETTO

E' dato dalla differenza tra attività e passività di un'impresa e rappresenta la ricchezza di competenza dei possessori delle quote rappresentative del capitale. Chiamato anche net assets.


CAPITALE NON ANCORA VERSATO

Parte del capitale sociale sottoscritto che gli azionisti non sono ancora stati chiamati a versare. In Italia non può essere superiore a 7/10.


CAPITALE PROPRIO

Conferimenti iniziali apportati dal titolare o dai soci di un'attività, insieme agli utili non distribuiti decurtati delle eventuali perdite.


CAPITALE VERSATO

Parte del capitale sottoscritto effettivamente versato dagli azionisti.


CAPITALIZZARE

Procedura contabile che consente di iscrivere un bene d'investimento preso in locazione tra i beni in possesso e il mutuo contratto per la locazione nelle passività. In matematica finanziaria, è la procedura che permette di trasferire nel futuro una somma disponibile in un dato momento grazie all'applicazione di un tasso d'interesse.


CAPITALIZZAZIONE

Riferito ad una società quotata in borsa e al suo valore derivato in un dato istante, è il prodotto della quotazione di borsa di quella società per il numero delle azioni esistenti.


Carta di credito

Documento che abilita il titolare, in base a un rapporto contrattuale con l'emittente, a effettuare acquisti di beni o servizi con pagamento differito presso qualsiasi esercizio convenzionato con l'emittente stesso. Il regolamento da parte del titolare avviene a cadenze predefinite, di norma mensilmente, in unica soluzione ovvero, se previsto dall'accordo, in forma rateale; esso può essere effettuato con addebito in un conto bancario, preautorizzato dal titolare stesso, ovvero con altre modalità (assegno, vaglia). Viene emessa da enti bancari, da società specializzate (carte travel and entertainment - T & E) o direttamente dagli esercenti di catene di distribuzione commerciale (fidelity card). In quest'ultimo caso, la carta può essere utilizzata per il pagamento di acquisti effettuati in tutti i punti di vendita della catena di appartenenza.


carta di credito revolving (revolving card)

Carta di credito, utilizzabile presso tutti i negozi convenzionati, alla quale è associata una linea di credito rotativa (il fido, cioè, si ricostituisce man mano che si fanno rimborsi). Consente di rateizzare i pagamenti, dietro pagamento di un tasso di interesse variabile sul capitale utilizzato e non rimborsato al primo estratto conto. E’ pertanto la tipologia di carta di plastica che veramente configura un credito nei confronti del titolare.


Carta di debito

Documento che consente al titolare di effettuare operazioni su terminali presso i punti di vendita (POS), installati presso esercizi commerciali; a differenza della carta di credito, essa prevede l'addebito, tendenzialmente in tempo reale, di ogni transazione sul conto corrente bancario a essa collegato. Generalmente è utilizzabile anche su sportelli automatici (ATM).


Centrale dei rischi

Istituita il 1º aprile 1964 dal CICR, opera presso la Banca d'Italia. Riceve le segnalazioni di tutte le banche sulla posizione dei propri clienti il cui affidamento superi determinate soglie minime; le banche possono richiedere informazioni sull'esposizione di clienti già affidati presso altre banche. Su base campionaria, la Centrale dei rischi raccoglie informazioni anche sui tassi d'interesse attivi e passivi praticati dalle banche.


Certificato di stipendio

Documento rilasciato dal proprio datore di lavoro che attesta la sussistenza di un rapporto dipendente e che riporta la data di assunzione, gli anni di anzianità lavorativa, la retribuzione lorda e netta (annua e mensile), il TFR cumulato, le eventuali trattenute sullo stipendio per il pagamento di altri finanziamenti.


Cessione del quinto dello stipendio (CQS)

Forma di finanziamento ottenibile esclusivamente da lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati (per questi ultimi sono comunque previsti alcuni requisiti, sia di tipo personale che relativi all’azienda presso cui il consumatore è impiegato). E’ un prestito non finalizzato, a tasso di interesse fisso, con esborso iniziale in un’unica soluzione e rimborso secondo un piano predefinito a rate costanti e comunque non superiori alla quinta parte dello stipendio mensile.
Il rimborso delle rate è automatico, con trattenuta sulla busta paga da parte del proprio datore di lavoro.


Commissione di massimo scoperto

La “Commissione sul massimo scoperto” è il compenso calcolato sulla massima esposizione che il cliente dell’Azienda ha raggiunto in un semestre.
Un semplice esempio: se una persona si è fatta prestare 1.000 Euro al 7,00% ed ha una commissione dell’1%, dovrà rimborsare 45,00 Euro e non 35,00: un tasso reale del 9,00%.
Ma questo è nulla: se anche solo per un giorno la stessa persona fosse andata in “rosso” di 5.000 Euro, le toccherebbe di pagare 85,78 Euro invece che 35,78 Euro: un tasso reale superiore al 17%.


Contraente del mutuo

Il cliente della Banca che necessità di mezzi finanziari e che decide di reperirli tramite un mutuo. Il contraente del mutuo viene anche chiamato parte mutuataria.


CONTRATTO PER PERSONA DA NOMINARE

Nel momento della conclusione del contratto una parte può riservarsi la facoltà di nominare la persona nella cui sfera giuridica il contratto deve produrre effetti. L'acquisto si intende fatto fin da principio dalla persona da nominare. Se manca la dichiarazione di nomina, il contratto produce effetti direttamente nei confronti di colui che aveva stipulato il contratto e si era riservato di fare la nomina e non l'ha fatta. 


Credito

Scambio di una prestazione attuale con una prestazione futura tra due soggetti: il creditore, che trasferisce beni, servizi o denaro (prestazione attuale), e il debitore, il quale assume l'impegno del pagamento dei beni o della restituzione del denaro a scadenza (prestazione futura).
Il credito si basa sulla fiducia che il creditore nutre nei confronti del debitore.
In relazione alla scadenza, il credito può essere a breve termine (fino a l2 mesi), a medio termine (fino a 5 anni), a lungo termine (fino a 10 anni).
A seconda del soggetto cui è stato concesso, si distingue in credito:
— alla produzione, concesso all'impresa (v.) per finanziare l'acquisto di impianti, attrezzature, materie prime ecc. A sua volta esso si distingue in:
— industriale, destinato ad imprese industriali per i loro programmi di investimento (v.);
— mercantile, consistente in dilazioni di pagamento che l'impresa venditrice concede a quella acquirente o in anticipi che l'impresa acquirente concede a quella venditrice;
— al consumo (v.).
Si parla, inoltre, di credito chirografario in relazione a quel credito basato su una scrittura privata e quindi non assistito dalla specifica garanzia. Esso si contrappone al credito privilegiato che è, invece, assistito da cause di prelazione.
Una ulteriore distinzione è quella tra credito diretto e indiretto: il primo è quello concesso senza l'intervento di intermediari, che sorge, quindi, direttamente tra creditore e debitore; il secondo, invece, è concesso con l'intervento di intermediari, i quali costituiscono il cosiddetto sistema creditizio (v. Banca).


Credito al consumo

“Il credito al consumo è un’attività finanziaria rivolta alla concessione di finanziamenti esclusivamente a privati per l’acquisto di beni e/o servizi non collegati alla loro attività professionale.
Data questa funzione, la legge stabilisce ben precisi limiti all’interno dei quali il credito al consumo può essere esercitato, primo tra tutti quello riguardante l’importo finanziabile che non può essere inferiore alle 300.000 lire (Euro 154,93) né superiore ai 60 milioni di lire (Euro 30.987,41)”.
I finanziamenti sono rimborsabili in un arco di tempo che, per prassi, va dai 6 mesi ai 5 anni.
I finanziamenti vengono erogati esclusivamente a seguito dell’esame effettuato sui dati riportati nella domanda di finanziamento, relativi alla situazione personale e patrimoniale dei potenziali clienti, ed è per questo che non vengono mai richieste garanzie “reali” (come ad esempio ipoteche) a tutela del credito.
Le tipologie di erogazione di credito al consumo sono:

credito finalizzato: concesso tramite un venditore a seguito dell’acquisto di un prodotto o servizio per il quale il cliente desidera avvalersi di una forma di pagamento dilazionato;
prestito personale: la somma di denaro richiesta, viene corrisposta direttamente al cliente, senza l’interposizione del venditore;
credito ‘revolving’: l’erogazione del credito avviene attraverso l’emissione di una carta magnetizzata ( del tutto simile alle comuni carte di debito) a nome del cliente, i cui utilizzi possono essere rimborsati in comode rate mensili di importo predeterminato.


DATA CERTA

E' uno dei requisiti della forma di un documento o di un atto. La data consiste nell'indicazione del giorno, del mese e dell'anno in cui l'atto è stato formato. La data diviene certa con la registrazione dell'atto presso l'ufficio del registro.


Debito residuo

Quota di capitale che la parte mutuataria e/o debitore deve ancora restituire.


DEBITO RESIDUO

Quota di capitale che la parte mutuataria (il contraente del mutuo) deve ancora restituire in un mutuo in corso di ammortamento.


Decreto Ingiuntivo

Atto di natura legale, emesso tramite il Tribunale di competenza con cui un soggetto, sia esso persona fisica o giuridica richiede una particolare somma al terzo. La somma richiesta si compone di sorte (capitale iniziale)aumentata di interessi, spese legali e di procedura. L'atto viene notificato al terzo tramite ufficiale giudiziario o a mezzo servizio postale con busta di colore verde. Il terzo può opporsi a quanto richiesto in un tempo congruo non superiore ai 40 giorni dalla notifica. In caso di mancata opposizione il Decreto Ingiuntivo avrà la sua naturale efficacia ed la parte attrice, ovvero chi ha emesso il Decreto ingiuntivo potrà procedere con un ulteriore atto denominato Precetto.


DIFFIDA AD ADEMPIERE

E' una dichiarazione scritta con la quale una parte intima all'altro contraente di adempiere in un congruo termine alla sua obbligazione; in mancanza il contratto si intenderà risolto.


EURIRS

Tasso interbancario di riferimento utilizzato come parametro di indicizzazione dei mutui ipotecari a tasso fisso. E' diffuso giornalmente dalla Federazione Bancaria Europea ed è pari ad una media ponderata delle quotazioni alle quali le banche operanti nell'Unione Europea realizzano l'Interest Rate Swap


EVIZIONE

E' l'insieme degli obblighi che incombono al venditore. L'evizione è la garanzia che la cosa venduta non appartiene ad altri che la possano rivendicare. L'evizione si verifica quando risulta che la proprietà della cosa venduta spetta ad un terzo.


FACTORING

Tipo di finanziamento aziendale che prevede la cessione di crediti commerciali ad un società finanziaria specializzata "factor", che assume l'incarico della riscossione degli stessi, eventualmente garantendone il buon fine.


FALLIMENTO

E' la dichiarazione dello stato di insolvenza di un imprenditore, ossia l'impossibilità di soddisfare regolarmente gli impegni assunti. Effetto del fallimento è lo spossessamento cioè la perdita della disponibilità e dell'amministrazione dei beni del fallito ed il passaggio dell'amministrazione al curatore.


Fidejussione

E' una garanzia personale che crea un nuovo rapporto obbligatorio (accessorio all'obbligazione principale) fra lo stesso creditore ed un altro debitore che si aggiunge con il suo patrimonio, a rafforzare la garanzia del creditore.

L'art. 1936 c.c. definisce fidejussore "colui che, obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l'adempimento di un obbligazione altrui"


FIDUCIARIO

Soggetto che opera per conto di un altro nell'amministrare un complesso di beni. La legge stabilisce che il fiduciario debba agire ogni volta per l'ottenimento del più alto beneficio per il fiduciante, e garantire in ogni caso i suoi interessi.


FINANZIAMENTO A BREVE

Prestito a breve scadenza (da uno a tre mesi) concesso per coprire esigenze di capitale circolante, cioè di quei fondi che vengono utilizzati per la copertura finanziaria delle usuali operazioni di gestione. Il costo è solitamente indicizzato al Prime Rate.


FINANZIAMENTO A TASSO VARIABILE

Forma di prestito personale o commerciale in cui l'interesse da corrispondere viene determinato sulla base di un indice di riferimento.


FLOTTANTE

Quantità di azioni di una società effettivamente in circolazione sul mercato azionario e, quindi, effettivamente disponibili e negoziabili in Borsa in quanto non facenti parte del capitale di controllo. Per l' ammissione in borsa viene richiesto dalla Borsa Italiana un flottante minimo pari al 25% per le azioni quotate nei segmenti di borsa, e del 20% per le azioni quotate sul Nuovo Mercato. Queste percentuali non comprendono i pacchetti azionari per quantità superiori al 2%, le partecipazioni vincolate da patti parasociali (sindacati di blocco) che ne limitano la trasferibilità, le partecipazioni azionarie di controllo. Le azioni che soddisfano la condizione del flottante superiore al 25% ma hanno un basso volume di scambio sono trattate come titoli sottili.


FONDI DI INVESTIMENTO A CAPITALE PROPRIO

Genere d'investimento nel quale si acquistano quote di fondi comuni d'investimento, le si offrono in garanzia per ottenere un finanziamento con il quale si sottoscrive successivamente una polizza assicurativa sulla vita. In questo modo si riesce a beneficiare anche dell'apprezzamento delle quote del fondo.


FONDI IMMOBILIARI

Fondi comuni che investono in proprietà immobiliari, i quali, oltre a beneficiare dell'incremento di valore, traggono profitto anche dal reddito corrente prodotto dal bene stesso (per esempio gli affitti).


Future

Contratti standardizzati con cui le parti si impegnano a scambiarsi, a un prezzo predefinito e a una data futura, valute, valori mobiliari o beni. Tali contratti sono negoziati su mercati organizzati, dove viene garantita la loro esecuzione.


GARANZIA PERSONALE

E' l'atto con cui un soggetto, obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l'adempimento di una obbligazione altrui. La garanzia è personale perché il creditore può soddisfarsi sopra il patrimonio di una persona diversa dal debitore.


GARANZIA REALE

Ipoteca e pegno sono esempi di garanzie reali. L'ipoteca è un diritto di garanzia che attribuisce al creditore, in caso di insolvenza del debitore, il potere di espropriare il bene sul quale l'ipoteca è stata iscritta e di essere soddisfatto con preferenza sul prezzo ricavato dalla vendita. Il pegno è anch'esso un diritto reale che il debitore o un terzo concede al creditore su una cosa mobile a garanzia di un credito. Nel pegno il possesso della cosa passa al creditore.


GRADO IPOTECARIO

L'ordine di preferenza tra le varie ipoteche è determinato dalla data della loro iscrizione. Ogni iscrizione riceve un numero d'ordine il quale determina il grado dell'ipoteca che ha una importanza fondamentale perché indica chi dovrà soddisfarsi per primo.


Hedger (Copritore)

Operatore che instaura posizioni in futures spinto dalla necessità di proteggere, ad una data futura prefissata, il valore di un portafoglio in strumenti tradizionali già costituito, o da costituire.


Hedging (Operazione di copertura)

Sistema con cui un operatore compensa un rischio operativo tramite l'accensione di un rischio di segno contrario, cioé la vendita di merci o strumenti finanziari futuri a copertura di un acquisto a pronti e viceversa.


HOLDING

Società che detiene partecipazioni azionarie ( di controllo o comunque rilevanti ) in altre aziende, tali da controllarne le attività.


Incaglio

Situazione di insolvenza da parte di un cliente verso la banca. L'insolvenza di solito si manifesta a causa di ritardi di pagamento di mutui, finanziamenti, prestiti, scoperti di conto corrente e a seguito di richieste di rientri immediati. Di solito la posizione ad incaglio non viene comunicata alla Centrale Rischi della Banca 'Italia. La posizione di incaglio, può essere temporanea o in caso contrario può sfociare in sofferenza.


INSOLVENZA - DEFAULT

Impossibilità da parte di un soggetto nel soddisfare gli impegni di pagamento in base a quanto pattuito, come ad es. il mancato pagamento di una cedola, etc.


IPOTECA

E' un diritto reale di garanzia che attribuisce al creditore, in caso di insolvenza del debitore, il potere di espropriare il bene sul quale l'ipoteca è stata iscritta e di essere soddisfatto con preferenza sul prezzo ricavato dalla vendita. L'ipoteca si estingue automaticamente dopo venti anni, quindi per mutui di durata superiore va rinnovata.
Si possono individuare anche altre tipi di Ipoteche, che vengono iscritte in maniera forzata e delle volte all'insabuta del debitore e sono:
Ipoteca GIUDIZIALE, emessa da una banca su atti legali emessi a favore del debitore.
Ipoteca LEGALE, emessa dalle Agenzie di Recupero del Crediti derivanti da TAsse, Imposte ecc;.
Ipoteca GIUDIZIARIA, emessa dal Tribunale a fronte di istanze sia civili che penali fatte da terzi contro il debitore.


ISCRIZIONE IPOTECARIA

La pubblicità ipotecaria si attua con l'iscrizione dell'ipoteca sul bene dato in garanzia. L'iscrizione è l'atto con il quale l'ipoteca prende vita e si esegue presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari del luogo in cui si trova l'immobile.


ISIN (International securities identification number)

Codice su 12 posizioni, che consente di identificare univocamente presso tutti i paesi membri dell'International Organization for Standardization (ISO) i titoli in circolazione alla data di partenza del progetto e quelli emessi successivamente. La funzione di ente codificatore per l'Italia è attribuita all'UIC.


Istituto monetario europeo (IME)

È stato costituito il 1º gennaio 1994, con l'avvio della seconda delle tre fasi della UEM, secondo quanto previsto dal Trattato di Maastricht. I compiti principali dell'Istituto sono: la predisposizione del quadro regolamentare, organizzativo e logistico necessario per l'attuazione della fase finale, caratterizzata da una moneta e una politica monetaria uniche; la promozione del coordinamento delle politiche monetarie degli Stati membri; il controllo del funzionamento dello SME. All'IME sono inoltre assegnate alcune funzioni operative: la gestione dei meccanismi di sostegno finanziario tra gli Stati membri e l'amministrazione di quella parte di riserve ufficiali che le singole banche nazionali vorranno trasferire all'Istituto. Le banche centrali dei paesi aderenti alla UE contribuiscono, come previsto dall'art. 16.2 dello Statuto dell'IME, alle risorse proprie dell'Istituto.


JOINT VENTURE

Collaborazione produttiva fra società spesso appartenenti a paesi diversi Il termine indica anche la formazione di una società o di un'azienda a proprietà congiunta per un particolare scopo.


Junk Bond (obbligazione spazzatura)

Obbligazione ad alto rendimento, tuttavia con un rating internazionale inferiore a BBB, quindi a piu' alto rischio.


JUST IN TIME

Letteralmente '' al momento giusto ''. All'interno del processo produttivo aziendale significa ridurre i tempi di attesa del materiale destinato alla produzione facendolo giungere al momento giusto per l'ingresso nella linea di fabbricazione o di montaggio. Adottando tale processo produttivo si riducono i costi di immagazzinamento, e quindi si migliora la redditività aziendale. Il just in time si può applicare anche alle vendite per cui tale procedura indica la capacità di un'impresa di produrre e vendere al momento giusto.


LEASE BACK

Operazione di finanziamento di un'impresa, la quale cede la proprietà di proprie immobilizzazioni a una società di leasing, stipulando contestualmente un contratto di leasing con quest'ultima, sulle stesse immobilizzazioni.


LEASING OPERATIVO

Genere di locazione finanziaria attuata direttamente dal produttore del bene strumentale. Il canone di locazione comprende di norma anche il servizio di manutenzione e assistenza.


LETTERA DI CREDITO - LETTER OF CREDIT

Documento emesso da una banca a un proprio cliente per garantire il pagamento di tratte spiccate da un soggetto fino alla concorrenza di un certo ammontare. è utilizzata come forma di garanzia per ottenere finanziamenti da parte di altri soggetti, banche o fornitori.


LOCATARIO

Sinonimo di inquilino o conduttore.


LOCATORE

Proprietario che dà la casa in affitto.


LOCAZIONE

E' il contratto con il quale una parte (locatore) si obbliga a far godere all'altra (locatario) una cosa immobile per un dato tempo verso un determinato corrispettivo.


LUNGO TERMINE

Se riferito a un'obbligazione, indica una scadenza superiore ai sette anni, mentre se riferito alle normali operazioni bancarie, indica scadenze superiori ai tre anni. Tale locuzione spesso viene utilizzata anche in funzione attributiva riferita all'operatività sui mercati azionari, ad es. long term buy, long term accumulate, etc.


LUNGO TERMINE

Se riferito a un'obbligazione, indica una scadenza superiore ai sette anni, mentre se riferito alle normali operazioni bancarie, indica scadenze superiori ai tre anni. Tale locuzione spesso viene utilizzata anche in funzione attributiva riferita all'operatività sui mercati azionari, ad es. long term buy, long term accumulate, etc.


MANDATO

E' il contratto con cui una parte assume l'obbligo di compiere uno o più atti per conto e nell'interesse dell'altra parte.


MANDATO CON RAPPRESENTANZA

In questo tipo di mandato gli effetti giuridici degli atti compiuti dal mandatario in nome del mandante si verificano direttamente in capo al mandante.


MANDATO SENZA RAPRESENTANZA

In questo tipo di mandato il mandatario agisce in nome proprio e acquista i diritti e assume gli obblighi derivanti dal negozio. Il mandatario ha poi l'obbligo di trasferire, con un successivo atto, al mandante il diritto acquistato in nome proprio, ma nell'interesse del mandante.


Mav (Pagamento mediante avviso)

Procedura interbancaria standardizzata di incasso, utilizzata per pagamenti non preventivamente domiciliati presso una banca.


Mib30

Indice dei corsi dei 30 titoli azionari più scambiati sul mercato di borsa italiano, rettificati per le operazioni sul capitale. La composizione dell'indice viene rivista ogni anno.


MORA DEL DEBITORE

Consiste nel ritardo ingiustificato ad adempiere. Perché si verifichi la mora è necessaria la costituzione in mora cioè l'atto con il quale il creditore richiede al debitore l'adempimento della prestazione. Quest'atto non è necessario e la mora si verifica automaticamente per il solo fatto del ritardo.


MUTUANTE

Banca o finanziaria che concede il mutuo.


MUTUATARIO

Una o più persone alle quali viene intestato il contratto di mutuo, le quali si impegnano a rimborsare il finanziamento.


MUTUO

E' il contratto con il quale la Banca (mutuante) consegna ad un soggetto (mutuatario) una determinata quantità di denaro e quest'ultimo si impegna a restituire altrettanto denaro più gli interessi pattuiti in un determinato periodo di tempo.


MUTUO CHIROGRAFARIO

Particolare tipo di mutuo generalmente con durata massima di cinque anni in cui non è prevista garanzia ipotecaria, ma viene richiesta la garanzia personale del richiedente o di terzi. In genere viene utilizzato per mutui fino a 30.000,00 Euro per finanziare interventi di manutenzione straordinaria in appartamenti o nelle parti comuni condominiali.


MUTUO IPOTECARIO

Particolare tipo di mutuo a media e lunga durata garantito da ipoteca su immobili.


MUTUO IPOTECARIO

Debito a lungo termine garantito da ipoteca su uno o più beni reali.


NASDAQ

Sigla di National Association of Securities Dealers Automated Quotations system. Trattasi dell'indice di un mercato over the counter, che raggruppa titoli di società non quotate in Borse valori organizzate. Rappresenta altresì il sistema elettronico di negoziazione scelto dal NASD per facilitare il trading offrendo ai brokers e dealers prezzi in denaro e lettera. Nato nel 1968, è oggi fortemente specializzato nella contrattazione di titoli relativi a società operanti nel settore dell'information e communication technology. L'indice composito include oggi circa 4.000 società, delle quali le 100 con maggiore capitalizzazione compongono l'indice Nasdaq 100.


NEW ECONOMY

NUOVA ECONOMIA: Con questo termine vengono raggruppate l'economia delle telecomunicazioni, dei media, di internet, dell'informatica e delle biotecnologie. Questa è l'economia del futuro e anche del presente nata negli Stati Uniti e sbarcata in Europa. Una delle caratteristiche delle imprese della new economy è il tasso di crescita estremamente alto, ma spesso non sono ancora in grado di produrre utili. Sono imprese ad alto tasso di rischio e operano su mercati estremamente dinamici.


NIKKEI 225

E' l'indice della Borsa valori di Tokyo, in cui sono quotati i 225 titoli a più alta capitalizzazione del mercato nipponico ovvero nella sezione del Tokyo Stock Exchange


NORME ANTITRUST - ANTITRUST LAWS

Complesso delle leggi e norme atte ad evitare situazioni di monopolio o oligopolio industriale che possano nuocere al funzionamento del libero mercato.


NOTA DI TRASCRIZIONE

Documento che attesta l'avvenuta registrazione della compravendita e dell'atto di mutuo


NUDA PROPRIET└

Possesso di un bene utilizzato da qualcun altro. Il nudo proprietario non paga le imposte di proprietà né le spese condominiali di gestione.


NUOVO MERCATO - NUMTEL

E' un mercato azionario telematico articolato in maniera da rispondere al meglio alle esigenze delle imprese di dimensioni relativamente ridotte ma con buone opportunità di crescita: infatti pervenire alla quotazione ufficiale sul Nuovo Mercato è abbastanza semplice. Altro fattore caratterizzante questo mercato è l'assenza dei lotti minimi di negoziazione. E' altresì la sezione del MTA nella quale sono quotati i titoli a minore capitalizzazione ammessi alla contrattazione sulla base di requisiti meno restrittivi rispetto a quelli dello stesso MTA. Il numtel è andato in '' pensione '' nel 31 gennaio 2005, con l'introduzione di un nuovo indice rappresentativo delle azioni che lo componevano: l'All Star, che a sua volta è diviso in Tech Star e Star.


OBBLIGAZIONE

Strumento di debito a lungo termine che rappresentano denaro prestato ad una società o Ente Governativo nonchè titolo di credito rappresentativo di un prestito concesso da una persona giuridica. Il portatore dell'obbligazione riveste la figura del creditore, invece l'emittente quella del debitore.


OBBLIGAZIONE A TASSO VARIABILE

Obbligazione con cedole variabili, tipicamente indicizzate a dei parametri, quali ad esempio i CCT.


Obbligazione Bull and Bear

Obbligazioni a tasso fisso, in cui il rimborso del capitale dipende dall’andamento di un parametro (indice azionario, prezzo di un’altra attività finanziaria, rapporto di cambio prefissato tra due valute, tassi sui Titoli di Stato). L’ammontare del prestito viene diviso in due tranche di identico valore, ma con diverse modalità di rimborso del capitale a scadenza. Nella prima tranche (bull) il valore di rimborso varia (rispetto al prezzo di rimborso in assenza di variazioni) in modo direttamente proporzionale alla variazione dell’andamento dell’attività di riferimento; nella seconda tranche (bear) il valore di rimborso varia in modo inversamente proporzionale alla variazione dell’andamento dell’attività di riferimento. In questo modo, sull’emittente non grava alcun rischio connesso all’andamento della Borsa e l’investitore può sottoscrivere un titolo appartenente alla tranche bull o un titolo appartenente alla tranche bear, a seconda delle sue aspettative sull’andamento del mercato. I sottoscrittori, le cui aspettative si sono verificate (ad esempio, coloro che hanno sottoscritto un titolo appartenente alla tranche bull), otterranno un guadagno in conto capitale pari alla perdita subita da chi ha acquistato la tranche legata alle aspettative di segno contrario (ad esempio, tranche bear). In genere, per contenere il rischio in capo all’investitore, il prezzo di rimborso è comunque definito all’interno di un intervallo delimitato da un margine superiore (plafond) e da un margine inferiore (plancher).


OBBLIGAZIONE STRUTTURATA

Titolo obbligazionario il cui rimborso e la cui remunerazione vengono indicizzati all'andamento dei prezzi di attività finanziarie quali ad es. azioni o panieri di azioni quotate in Borsa in Italia o in altro Stato, indici azionari o panieri di indici azionari, valute, altri indici (ad es. materie prime).


OBBLIGAZIONI A MEDIO TERMINE

Obbligazioni con scadenza tra uno e dieci anni offerte periodicamente da società usando lo stesso criterio della carta commerciale.


OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

Obbligazione con cedole fisse, come ad esempio i BTP.


OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

Titolo obbligazionario che garantisce, oltre al consueto rendimento cedolare, la facoltà di conversione in azioni secondo un predeterminato rapporto di conversione (numero di azioni per obbligazione), entro una data scadenza.


OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI A CEDOLA NULLA - ZERO COUPON CONVERTIBLE BOND

Titolo obbligazionario senza cedola, che prevede la facoltà di richiedere la conversione con titoli azionari determinati, nel caso in cui si verifichino le condizioni previste all'atto di emissione.


OBBLIGAZIONI SOCIETARIE

Strumenti di debito non governativi emessi da società.


OBBLIGAZIONI ZERO COUPON

Conosciute anche come obbligazioni a sconto, sono obbligazioni il cui possessore riceve un unico pagamento e non ha diritto ad alcuna cedola.


OPA

Significa OFFERTA PUBBLICA di ACQUISTO ed è un'offerta pubblica di acquisto, tipicamente di azioni di una società, che va lanciata in alcune circostanza disciplinate dalla legge ma che può essere lanciata anche volontariamente, viene lanciata per scalare, controllare, acquisire un'altra società. A volte l'opa è ostile, cioè non gradita dai vertici della società oggetto di opa.


ORA DELLE STREGHE - TRIPLE WITCH HOUR

Giorno in cui alla Borsa di New York scadono contemporaneamente i contratti di opzione sui titoli, l'opzione su indici di Borsa e i future su indici. Durante queste scadenze, che si verificano quattro volte all'anno ( il terzo venerdì di marzo, giugno, settembre e dicembre ) si possono verificare significative oscillazioni dei prezzi.


Pignoramento di beni immobili

Atto introduttivo dell'esecuzione forzata. Il pignoramento segue l'atto di Precetto. Viene effettuato da un creditore, parte procedente verso un debitore terzo, per un credito vantato di cui si è proceduti tramite il tribunale di competenza. Il pignoramento di beni immobili viene effettuato tramite procedura attraverso il catasto.In sostanza viene iscritto un pregiudizievole nel registro della conservatoria riferito agli immobili di proprietà del debitore.Con questa segnalazione vi è l'impossibilità di vendere i beni o il bene a terzi. Il Tribunale succesivamente, su richiesta del creditore fissa la data della vendita all'incanto dei beni Asta pubblica attraverso affissione e/o comunicazione tramite mass media e internet.


Pignoramento di cose mobili

Atto introduttivo dell'esecuzione  forzata. Il pignoramento segue l'atto di Precetto. Viene effettuato da un creditore, parte procedente verso un debitore terzo, per un credito vantato di cui si è proceduti tramite il tribunale di competenza. Il pignoramento di beni mobili, viene eseguito presso il domicilio, residenza, del debitore, con accesso forzato effettuato da ufficiale giudiziario e se viene ritenuto opportuno da forza pubblica, Carabinieri, Polizia ecc.
L'ufficiale giudiziario, una volta effettuato l'accesso presso l'ubicazione riportata negli atti, procede all'individuazione dei beni mobili presenti nei locali e da valutazione economica degli stessi.
In caso di accesso presso l'abitazione del debitore non sono pignorabili beni destinati alla soddisfazione dei bisogni primari (letto, tavolo, sedie, stufa, fornelli, ecc) per mangiare e dormire, nel mentre sono pignorabili tutti i beni diversi. l'ufficiale giudiziario può prevedere, su richiesta del creditore, l'immediato asporto dei beni con deposito presso l'IVG (Istituto delle Vendite Giudiziarie). Diversamente l'ufficiale giudiziario può individuare un Custode (di solito è lo stesso proprietario) dei beni mobili pignorati fino all'asporto degli stessi. Il Custode è responsabile fino alla data dell'asporto di eventuali mancanze o danneggiamento dei beni mobili e ne risponde penalmente.
Il pignoramento può essere differito a seguito di un pagamento rateale verso il creditore che può essere stabilito immediatamente al pignoramento nel mentre il pignoramento decade se viene effettuato il pagamnento integrale delle somme pretese dal creditore.


PIN (Personal Identification Number)

Codice di identificazione personale connesso al possesso di una carta di credito/debito. Va digitato in occasione di prelievi di denaro presso gli sportelli automatici delle banche o presso gli esercizi autorizzati, se carta di debito.


Precetto

Atto legale che segue il decreto ingiuntivo. Il Precetto, avendo preceduto il decreto Ingiuntivo e quindi dato l'efficacia allo stesso, intima il pagamento delle somme dovute dal procedente verso il terzo debitore, e da un termine per il pagamento di giorni 10 dalla notifica, che viene effettuata tramite ufficiale giudiziario o servizio postale con busta di colore verde. La notifica può essere effettuata anche tramite deposito presso la Casa Comunale ex. art. 140 cpc. Vi è la possibilità di opporsi al Precetto ma, in caso di decadenza del termine di pagamento, quanto richiesto dalla parte procedente diventa esecutivo e la stessa può procedere nel pignoramento di beni mobiliari e immobiliari.


Prime Rate

Con suddetto termine, letteralmente tasso primario, si intende il tasso di interesse
attivo, più conveninete per la Clientela.Esso infatti è applicato dalle banche sui prestiti concesi alla Clientela più affidabile.


RANGE

Intervallo di contrattazione, e vieve utilizzato in borsa per definire l'intervallo di prezzo, che si crea tra il valore massimo e quello minimo di un titolo (o di un indice), in un determinato periodo temporale. Nei contratti di borsa indica l'oscillazione massima di un prezzo durante una giornata di negoziazione. Oltre tali limiti scatta la sospensione dalle contrattazioni.


Rating

Nel linguaggio di Borsa, il termine rating, letteralmente "valutazione, stima" indica quell'operazione di valutazione di un titolo che consente all'investitore di esprimere un giudizio di tipo qualitativo sul genere del valore mobiliare ed anche nella solidità patrimoniale della società emittente.Per rating si intende anche l'operazione di valutazione della situazione economico-finanziaria di un soggetto od impresa al fine di stabilire se ed in quale misura concedere i prestiti.
Il Rating è un simbolo letterale che esprime il livello di rischio dei titoli che rapresentano un determinato bebito. Si tratta di uno degli strumenti di prevenzione e controllo del rischio di insolvenza più significativi dei mercati mobiliari maggiormente evoluti. Il rating è pubblicato da agenzie specializzate ( rating agencies ), le più note delle quali, a livello mondiale, sono la Moody's e la Standard&Poor's. Il rating è reso noto al momento dela emissione del titolo, ma può subire successive modifiche ( uprating o downrating ), che influenzano in senso positivo o negativo l'immagine dell'azienda e buona parte delle compravendite. Il giudizio migliore è espresso da: " AAA ", " AA+ ", etc. etc. fino a " D ".


Rete nazionale interbancaria (RNI)

"È l'infrastruttura di trasmissione del sistema italiano dei pagamenti ed è gestita in via esclusiva dalla SIA Spa. Si avvalgono della rete le procedure informatiche riguardanti il sistema di compensazione e di regolamento dei pagamenti interbancari, gestite direttamente dalla Banca d'Italia (memorandum elettronico, movimentazione diretta dei conti accentrati di riserva e di anticipazione e le nuove procedure di liquidazione titoli) ovvero dalla SIA (SIPS, sistema di compensazione al dettaglio, sistema di compensazione all'ingrosso, bonifici di importo rilevante, bonifici esteri)."


REVOCATORIA FALLIMENTARE

Azione che spetta al Curatore fallimentare. Questa serve a far dichiarare inefficaci dal Tribunale fallimentare alcuni atti compiuti dal fallito prima della dichiarazione del suo stato di insolvenza. La revoca di questi atti ha come conseguenza che colui che ha ricevuto beni o denaro dall'imprenditore poi fallito li debba restituire al Curatore, allo scopo di ottenere parità di trattamento tra tutti i creditori.


RIBOR

Acronimo che designa il tasso interbancario vigente sulla piazza di Roma, quale risulta dalla media delle quotazioni rilevate sul mercato interbancarioitaliano ad una determinata ora della giornata, senza però tener conto della quotazione migliore nè di quella peggiore."


RID (Rapporti Interbancari Diretti)

Procedura interbancaria utilizzata per gestire disposizioni di incasso da eseguire mediante addebiti preautorizzati (ad es. pagamenti rateali e periodici). A differenza della RIA essa prevede: l'invio delle disposizioni di incasso dall'impresa presentatrice direttamente alla propria banca; l'utilizzo della rete nazionale interbancaria per lo scambio delle disposizioni tra le banche; il regolamento in base monetaria attraverso il sottosistema al dettaglio della compensazione.


Rientro Immediato

Azione perpetrata da una banca verso un suo cliente con cui chiude tutte i rapporti in essere e revoca gli affidamenti precedentemente elargiti. L'azione di rientro immediato, e quindi richiesta delle somme vantate dalla banca, deve essere effettuata in un tempo non inferiore a 15 giorni, secondo quanto stabilito dal Codice Civile.


SCORING

Identifica i sistemi di valutazione delle controparti nei quali sono presenti variabili solo di natura quantitativa. Normalmente le ponderazione per ogni variabile sono determinate o in base ad a priori di un pool di analisti o tramite procedure statistiche.


SIA (SocietÓ interbancaria per l'automazione)

Società costituita nel 1977, per iniziativa della CIPA, con l'obiettivo di fornire supporto operativo ai progetti di automazione del sistema bancario. La Banca d'Italia e l'ABI detengono ciascuna una quota pari a circa il 40 per cento del capitale sociale; gli enti creditizi il 15 per cento; la STET il restante 5 per cento.


SICAV SOCIETA' DI INVESTIMENTO A CAPITALE VARIABILE - OPEN ENDED INVESTMENT COMPANY

Società assimilabile ad un fondo comune di investimento aperto, con la differenza che il sottoscrittore assume la figura di socio, con la possibilità di influire, mediante l'esercizio del diritto di voto, sulla politica gestionale.


SIM SOCIETA' DI INVESTIMENTO MOBILIARE

Intermediario finanziario che può operare sui mercati finanziari per conto proprio o per conto terzi. Relativamente al mondo dei fondi, le Società di Investimenti Mobiliare fungono da distributori.
Sofferenza Posizione succesiva all'incaglio di un cliente di banca che si trova in uno stato di insolvenza con la stessa. La sofferenza bancaria, prevede che la banca o istituto di credito, abbia avviato azioni legali di varia natura per il recupero del credito (Decreto Ingiuntivo, Citazione, Precetto, ecc) vantato nei confronti del cliente. La posizione a sofferenza viene segnalata alla Centrale Rischi della Banca d'Italia ed è visibile dopo circa 30/60 giorni, dalla segnalzione, a tutti gli altri Istituti di Credito.


SPLIT FRAZIONAMENTO

Processo tramite il quale viene aumentato il numero di azioni di una società e contestualmente ne viene ridotto il valore nominale, lasciando inalterato l'ammontare del capitale sociale. Il frazionamento deve in genere aver luogo senza che vengano lesi i diritti di ogni azionista. Il processo opposto viene detto raggruppamento.


SPREAD A FARFALLA - BUTTERFLY SPREAD

Tecnica operativa praticata nel mercato delle opzioni nel momento in cui i prezzi del bene sottostante sono stabili o in flessione. Si attua vendendo due opzioni call con lo prezzo di esercizio ( strike ) e acquistandone altre due, la prima delle quali ha uno strike elevato e l'altra uno strike più basso.


SPREAD DENARO

Rappresenta la differenza tra la miglior offerta in vendita e la migliore offerta in acquisto. Più tale spread è percentualmente stretto più il titolo è liquido.


SPREAD DIFFERENZIALE

Termine dai diversi significati: in analisi tecnica rappresenta la differenza tra la più alta proposta di acquisto ( BID ) e la più bassa proposta di vendita ( ASK ), presente sul mercato in un dato momento. Si usa anche per indicare la differenza tra i rendimenti di diversi titoli di Stato, ad es. tra il Btp italiano e il Bund tedesco. Negli strumenti derivati è una posizione costituita dall'acquisto di un contratto future o option, e dalla vendita simultanea di un altro contratto simile, ma che presenta almeno una differenza, ad es. una diversa scadenza.


SPREAD RIALZISTA - BULL SPREAD

Strategia operativa che utilizza strumenti derivati per trarre profitto da una tendenza rialzista dei prezzi. Per es., con i future un operatore può acquistare contratti con scadenza ravvicinata e vendere contemporaneamente contratti a più lunga scadenza, con i contratti option si attua acquistando un'opzione call a basso strike e vendendone allo stesso momento una dello stesso genere ma con uno strike più elevato.


SPREAD RIBASSISTA - BEAR SPREAD

Strategia operativa che utilizza strumenti derivati per trarre un guadagno da un movimento ribassista del mercato, ad es., con i future un operatore può vendere contratti con scadenza ravvicinata e acquistare contratti a scadenza più lunga, con i contratti option si attua vendendo o acquistando opzioni call o put, ottenendo un guadagno nel caso di un ribasso dei prezzi.


STANDARD & POOR'S

Una delle maggiori agenzie di rating internazionali. I giudizi espressi da Standard & Poor's sono valutazioni circa la situazione patrimoniale e finanziaria di una società, una banca o un ente sovrano.
Stanze di compensazione Centri presso i quali si svolgono attività concernenti la compensazione. In Italia, presso le Stanze di compensazione, gestite dalla Banca d'Italia, vengono effettuate le attività riguardanti la "recapiti locale" e, in alcune di esse, le liquidazioni dei titoli. Il DM 6.6.1989 ha istituito Stanze di compensazione presso tutti i capoluoghi di Regione e ha previsto Sezioni staccate in tutti i rimanenti capoluoghi di Provincia.


STATO PATRIMONIALE

Documento economico contabile che presenta la situazione patrimoniale dell'impresa a fine esercizio. La redazione dello stato patrimoniale prevede l'indicazione separata delle attività da una parte e delle passività e del capitale sociale dall'altra.


SWAP - CAMBIO


SWAP - CAMBIO

Contratto con il quale le parti si impegnano a scambiarsi a scadenze prestabilite delle prestazioni. I più famosi tipi di swaps sono l'IRS ( Interest Rate Swap ) che prevede lo scambio di interessi a tasso fisso contro interessi a tasso variabile e il Currency Swap, che prevede lo scambio di interessi e di capitali denominati in diverse valute. Al momento della stipulazione del contratto lo swap vale sempre zero, solo in seguito a variazioni delle condizioni ambientali ( tasso di cambio, tasso variabile, etc. ) può assumere valore positivo o negativo a seconda della posizione presa dalle controparti.


SWITCH

Passaggio da una attività finanziaria ad un'altra. Generalmente indica il passaggio da un fondo comune di investimento ad un altro oppure da un tipo di strumento derivato ad un altro, da una categoria di titoli ad un'altra etc..


T.A.E.G.

"Il T.A.E.G. (tasso annuo effettivo globale) è l’indicatore di tasso di un’operazione di finanziamento. I parametri che lo determinano sono fissati per legge.
In particolare, oltre alla struttura del rimborso finanziario, rientrano a far parte del calcolo del T.A.E.G. tutte le spese accessorie obbligatorie inerenti all’atto del finanziamento: spese di istruttoria pratica, commissioni d’incasso e assicurazioni obbligatorie. Non rientrano a far parte dei parametri che incidono sul T.A.E.G. i bolli statali, le tasse e le assicurazioni .
Il T.A.E.G. permette di fare un confronto tra le varie offerte di finanziamento. Tuttavia sarebbe riduttivo utilizzarlo come unico termine di paragone. Oltre alla durata e all’importo del finanziamento è fondamentale valutare la qualità dei servizi connessi all’erogazione del credito, la facilità di accesso alla somma di denaro, la semplicità e snellezza dello studio della pratica, ecc."


T.A.N.

"Il T.A.N. (tasso annuo nominale) è il tasso d’interesse puro applicato ad un finanziamento. E’ il tasso da utilizzare come termine di paragone con il tasso di rendimento delle attività finanziarie, con il tasso di sconto, ecc.
Non corrisponde tuttavia al tasso d’interesse realmente applicato al finanziamento."


TASSO DI RIFERIMENTO

Tasso di riferimento in funzione del quale si determina l'interesse di un prestito a tasso variabile


TASSO D'INFLAZIONE

L'inflazione è il processo d'incremento generalizzato dei prezzi e, per converso, l'erosione del potere d'acquisto della moneta. Il tasso di inflazione rappresenta l'incremento percentuale dei prezzi riferito ad un determinato periodo ( mese, trimestre, anno ) e relativo a determinate categorie di merci o raggruppamenti delle stesse.


TASSO FISSO

Tasso che rimane costante per tutta la durata del finanziamento (anche in un mutuo). E' stabilito sulla base degli andamenti dei tassi correnti al momento della stipula del contratto. Di solito è calcolato sul parametro IRS. Conviene sceglierlo quando si prevede che l'inflazione cresca, producendo un aumento del costo del denaro.


TASSO MISTO

Formula che prevede un piano di ammortamento con un periodo a tasso fisso e uno a tasso variabile


TASSO VARIABILE

Tasso indicizzato, ovvero quello che muta al variare del parametro cui è legato. Le oscillazioni dipendono dall'andamento degli indicatori economici e dalle fluttuazioni del costo del denaro.


Tasso zero

Finanziamento a TAN zero, in genere applicato dai rivenditori convenzionati (solitamente di veicoli o arredamenti) durante campagne promozionali. Prevede che gli interessi non vengano pagati dal cliente ma dal venditore (o dall’istituto finanziario, o da entrambi); il cliente deve restituire al finanziatore, alle scadenze e secondo le modalità concordate, il capitale e le spese aggiuntive (TAEG in genere positivo).


TFR (Trattamento di Fine Rapporto)

E’ una somma, accumulata durante gli anni di lavoro, dovuta al lavoratore quando cessa il rapporto di lavoro subordinato.


TREND

Il trend è la tendenza che caratterizza una variabile economica. I trend sono strumenti molto utilizzati in analisi tecnica, ma il loro ruolo non è trascurabile anche in altri aspetti delle discipline economiche.


Troncamento degli assegni (Cheques Truncation)

Procedura di gestione degli assegni, in base alla quale i titoli negoziati vengono trattenuti presso la banca negoziatrice, che provvede a predisporre il flusso informativo relativo ai titoli stessi da trasmettere, via rete o supporto magnetico, alla banca destinataria dell'ordine di pagamento (banca trattaria). La banca negoziatrice provvede altresí a custodire i titoli negoziati e a esibirli, su richiesta, alla banca trattaria o ai soggetti abilitati (autorità giudiziaria, amministrazione finanziaria). Nella procedura operante in Italia, l'assegno si intende pagato se, trascorso un numero prestabilito di giorni, la banca negoziatrice non riceve informazioni negative circa l'esito.


Ufficio Italiano dei Cambi (UIC)

Abrogato in data 01/01/2008 e sostituito dall'UIF (Unità Informativa Finanziaria).
Autorità preposta dal Ministero del Tesoro al controllo delle attività di credito al consumo, relativamente ai soggetti iscritti nell’elenco generale previsto dall’art.106 del Testo unico in materia bancaria e creditizia (elenco dei soggetti operanti nel settore finanziario, che svolgono nei confronti del pubblico attività di assunzione di partecipazioni, di concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma, di prestazione di servizi di pagamento e di intermediazione in cambi).


Unione Economica e Monetaria (UEM)

Il Trattato descrive le tre fasi del processo verso l'Unione Economica e Monetaria nella UE. La Prima Fase della UEM è iniziata nel luglio 1990 ed è terminata il 31 dicembre 1993: essa è stata principalmente caratterizzata dallo smantellamento di tutte le barriere nazionali al libero movimento dei capitali all'interno della UE. La Seconda Fase della UEM ha avuto inizio il 1° gennaio 1994 e ha previsto, tra l'altro, la creazione dell'Istituto Monetario Europeo, il divieto di finanziamento monetario e di accesso privilegiato agli istituti di credito per il settore pubblico. La Terza Fase inizierà il 1° gennaio 1999, in conformità all'articolo 109j, paragrafo 4, con il trasferimento delle competenze di politica monetaria al SEBC e la creazione dell'euro.


WALL STREET

Strada di Manhattan in cui ha sede la famosa Borsa di New York, ovvero il '' cuore '' dell'economia mondiale. Tale locuzione viene altresì usata come sinonimo della Borsa americana.


WAP - WIRELESS APPLICATION PROTOCOL

Protocollo per le comunicazioni cellulari. Questa tecnologia è stata sviluppata per trasmettere, in formato semplificato, pagine Internet ai telefoni cellulari, evitando così l'utilizzo del computer.


Warrant

Strumento negoziabile che conferisce al detentore il diritto di acquistare dall'emittente o di vendere a quest'ultimo titoli a reddito fisso o azioni secondo precise modalità.